Nino Khurtsidze può ancora vincere…

… ma stavolta per vincere la partita più importante della sua vita ha bisogno dell’aiuto della comunità internazionale degli scacchi. Perché lei, 42 anni (è nata in Georgia il 28 settembre del 1975), è oggi gravemente malata e il suo avversario è un temibile tumore maligno. Ha subito in Germania un intervento chirurgico e diversi cicli di chemioterapia. Ma non bastano ancora. E sono molto, molto costosi. Troppo per lei e la sua famiglia.

(nella foto, Nino Khurtsidze al Campionato Europeo Individuale del 2013)

Cosa possiamo fare per Nino?

Featured post

1924: Scacchi in piazza a Leningrado

(UnoScacchista)
Il 1924 è l’anno nel quale fu fondata la Fédération Internationale des Echecs, meglio conosciuta con l’acronimo FIDE. Il 20 di Luglio, a Parigi, durante lo svolgimento dei giochi dell’Ottava Olimpiade e in parallelo all’ultima giornata delle prime Olimpiadi non ufficiali degli scacchi, i rappresentanti di 15 Nazioni firmarono i documenti per la fondazione della Federazione.

Un altro, importante evento avvenne a Leningrado

Cronache di metà Luglio

(UnoScacchista)
Mentre per la maggior parte di noi Luglio e Agosto sono mesi di vacanza, per gli scacchi sembra essere esattamente il contrario: tornei di qualificazione al ciclo mondiale e tornei vari si susseguono in giro per il mondo. Potendo solamente citare il 2° Torneo “Chess Stars Cup” di Anzali (Iran), dove sette speranze degli scacchi iraniani hanno giocato contro sette forti giocatori di tutto il mondo (tra cui Jobava e Shirov), questo post vi porterà da Ginevra alla Cina.

Per fortuna non serve il passaporto!

Quattro chiacchiere con Enrico Paoli – Prima parte

(Riccardo M.)
Enrico Paoli (Trieste 1908 – Reggio Emilia 2005) è tra le persone che più hanno saputo e voluto dare agli scacchi italiani. Il Torneo di Reggio Emilia era una sua creatura. Come un figlio. E’ stato per decenni (1958-2011) l’appuntamento principale in Italia per lo scacchismo internazionale. Si sarebbe dovuto far di tutto per mantenerlo in vita. Non è stato fatto, evidentemente. Ed è stato un grave errore, un imperdonabile passo indietro.

[Nella foto, tratta dall’Italia Scacchistica, Paoli contro Palmiotto al Campionato Italiano del 1957]

Una mia intervista del 1982

Scacchi islamici, forme astratte per cinque secoli – Parte prima

(Roberto C.)
I giochi da tavolo esistono da più di 5000 anni mentre gli Scacchi con la loro storia abbracciano circa 1500 anni. Alle conoscenze attuali nessuno ha potuto ancora dire con assoluta certezza quando e da chi furono inventati mentre per quanto le loro origini si perdano nella notte dei tempi ci sono varie ipotesi; quella più accreditata è nell’antica India (settentrionale o centrale) anche per via delle numerose leggende arabe sulla loro invenzione che indicano quasi tutte proprio l’India come paese d’origine [1].

[Foto dal Metropolitan Musem of Art di New York]

Quell’antico gioco …

Uno speciale girone dell’inferno

“C’è uno speciale girone dell’inferno che aspetta chi finisce il proprio torneo senza impegnarsi, influenzando pesantemente lo spareggio tecnico di altri giocatori”

GM Nikita Vitiugov, 11 Luglio 2017

Nikolay I. Zhuravlev

(Riccardo M.)
Nato in Lettonia nel 1934, maestro internazionale, giocatore, teorico, allenatore, insegnante, divulgatore, autore. Probabilmente sono pochissimi gli appassionati italiani di scacchi che lo conoscono, e così finanche i mass media che di lui quasi mai si sono occupati, anche per il motivo che il cognome è assai diffuso in Russia e nei Paesi ex-sovietici, e lo si può confondere con vari omonimi, scacchisti e non.

(“Scacchi passo dopo passo” con prefazione di Mikhail Tal, un affascinante viaggio nel mondo degli scacchi per tutti i principianti, edizione in russo del 2012)

La sua miglior classifica…

Blog su WordPress.com.

Su ↑